Parafrasando le immortali parole di Audrey Hepburn: il sorriso è l’accessorio più bello che una persona può indossare. Ha il potere di colpire, ammaliare, strappare un sorriso, a sua volta, e persino confortare. 

Gli inestetismi dentali possono essere causati dal tempo, dal fumo, da un’insufficiente igiene orale domiciliare, o anche solo da un eccessivo consumo di cibi e bevande pigmentanti e acidi. Le faccette estetiche in ceramica sono la soluzione a lungo termine a per rimediare a questi contrattempi.

Le faccette dentali sono dei dispositivi protesici che vengono applicati sulla superficie esterna del dente. Sono molto sottili e poco visibili, dato che lo spessore può variare tra i 0.3 mm e i 0.7 mm. Si possono realizzare in diversi tipi di  materiale ceramico.

Queste protesi vengono utilizzate sia per migliorare l’aspetto estetico del dente che per la correzione di alcune anomalie strutturali, ad esempio per correggere una malocclusione dentale.

Faccette estetiche in ceramica_News_Nicoleta_3

Faccette estetiche in ceramica: i materiali

Le faccette più comuni sono realizzate in vetroceramica, un materiale di tipo ceramico rinforzato, nella maggior parte dei casi, utilizzando il disilicato di litio.

Come è stato ampiamente analizzato in questo articolo sulle faccette estetiche dentali e sui materiali utilizzati, entrambi i materiali hanno dei pro e dei contro.

Faccette in porcellana: vantaggi e durata

Le protesi estetiche in porcellana garantiscono una resistenza elevata e, con la dovuta igiene orale professionale e domiciliare, possono durare anche più di 10 anni.

Proteggono l’elemento dentale da scheggiature e rotture, resistono a urti e abrasioni e non perdono luminosità nel corso del tempo.

Faccette in disilicato di litio: i pro e i contro della vetroceramica

La vetroceramica è un materiale innovativo che permette di realizzare dei dispositivi protesici noti per le loro caratteristiche. I principali vantaggi sono:

  • Qualità eccellente: riflessi naturali grazie alla loro opalescenza
  • Elevata resistenza meccanica: anche se possono essere utilizzati altri materiali per rinforzare la ceramica, il disilicato di litio garantisce una resistenza anche 3 volte più alta rispetto ad altri materiali
  • Biocompatibilità: la vetroceramica è inerte e anallergica

Per quanto riguarda gli svantaggi, le faccette in disilicato di litio hanno principalmente un solo svantaggio: il costo. Rispetto agli altri materiali infatti, la vetroceramica ha un costo più elevato. Tuttavia, questa spesa è compensata dalla qualità e le specifiche tecniche del materiale.

Faccette estetiche in ceramica 1_News_Nicoleta

La durata delle faccette in disilicato di litio

La durata delle faccette in disilicato di litio non è dovuta solo al materiale utilizzato, ma anche alle capacità tecniche del dentista, alla cura che ogni persona pone nella sua igiene orale e alla frequenza dell’igiene professionale.

Un buon risultato sarà garantito da una corretta limatura del dente, rispettosa degli spessori massimi e minimi, e delle procedure adesive. Per questo, sarà necessario una stretta collaborazione tra odontotecnico e odontoiatra.

Per mantenere le faccette estetiche in ceramica sarà necessario seguire alcuni accorgimenti, indifferentemente dal materiale utilizzato.

Faccette estetiche in ceramica 2_News_Nicoleta

Come preservare le faccette estetiche in ceramica? 7 consigli pratici

  1. Evita di masticare alimenti duri, come cantucci, torrone o ghiaccio per non danneggiare la ceramica con cui sono realizzate le faccette.
  2. Effettua una corretta pulizia dentale dopo ogni pasto principale. In caso non sia possibile, sarà necessario effettuare la pulizia dentale almeno due volte al giorno. Anche se le carie non possono colpire i materiali con cui sono realizzate le faccette, come la porcellana o la vetroceramica, finiranno per danneggiare il dente sottostante.
  3. Effettua una pulizia professionale ogni 6-12 mesi presso il tuo dentista di fiducia.
  4. Se soffri di bruxismo, consulta un gnatologo per individuare una terapia adeguata, come ad esempio l’uso del bite per bruxismo. Digrignando i denti si rischia di scheggiare le faccette in ceramica.
  5. Evita di mangiarti le unghie, anche questo può danneggiare le faccette dentali.
  6. Evita o riduci per quanto possibile il fumo, che può macchiare e ingiallire l materiale delle protesi.
  7. Limita il consumo di alimenti e bevande pigmentanti o acidi. Ad esempio tè, caffè e vino possono rovinare la cromia delle faccette.

 

Contattaci per effettuare un mockup e per visualizzare in anticipo il risultato finale. Ti aiuteremo a ottenere il sorriso luminoso e armonioso che hai sempre sognato, in modo sicuro, indolore e non invasivo.

Per restare sempre aggiornato sulle novità del mondo FQ, seguici su Facebook e Instagram